Oltre ogni pratica regna il potere creativo

Una forza magnetica attrae costantemente la coscienza a gravitare attorno alla personalità, immergendo la propria consapevolezza all’interno di confini ben definiti.

Un sonno pesante cala nella densità della materia, accompagnando l’individuo all’oblìo della sua natura spirituale. Mentre una forza contrapposta spinge all’evoluzione, risvegliando il desiderio di una vita migliore, cercando di sollevare  lo sguardo oltre i propri limiti. Ogni forma di desiderio infatti, dal più “futile” al più “nobile”, rappresenta l’impulso dirompente interiore che aspira al benessere e all’unità.

Perduti nella nebbia dell’incoscienza ogni persona cerca a modo suo la via per ritornare ad Essere e sentirsi completo. Alcuni rincorrono il successo e l’affermazione sociale, il denaro e il potere, altri perseguono l’ideale della famiglia e dell’amore si legano alle religioni o a ideologie. Altri ancora, in modo apparentemente più diretto, si dedicano alle pratiche che prevedono esercizi, restrizioni alimentari o l’acquisizione di abilità tecniche. In ogni caso l’impulso all’espansione ne è il movente.

Desiderare una macchina più grande o una casa più accogliente, così come cercare di essere più belli e di migliorarsi fisicamente, di essere felici e di superare i propri limiti caratteriali, sorgono da un impulso spirituale. Chi fa una dieta per dimagrire e sentirsi meglio con se stesso non è meno spirituale di colui che segue severe restrizioni alimentari per scopi religiosi e ideali o di chi pratica lo yoga e la meditazione. Percepire la “dimensione spirituale” solo in una piccola parte dell’esistenza è un’illusione della mente. L’ego giudica e separa creando categorie e distinzioni. In verità ogni individuo si trova coinvolto nella medesima, costante pulsazione della coscienza che mira ad espandersi.

Tanto più la coscienza si espande quanto più le barriere si disgregano, rivelando l’unità della creazione e di tutto ciò che è.

Attraversato il campo della conoscenza ci si ritrova con noi stessi nel medesimo punto da dove siamo partiti, solo con più esperienza e con lo sguardo capace di estendersi ad abbracciare il tutto.

I desideri creano, poichè ad ogni domanda segue una risposta. I desideri sorgono continuamente nell’animo umano e si diffondono attraverso il linguaggio universale della vibrazione.

Nell’oscurità della coscienza ristretta e focalizzata, l’individuo desidera e teme costantemente, dando vita a frequenze spesso contrastanti che si annullano a vicenda, perdendo in questo caos da lui alimentato ogni traccia evidente dell’immenso potere creativo della mente umana.

Spesso ci si accanisce nel tentativo di dare valore alla propria esistenza perdendosi in pratiche affatto indispensabili per risalire alla Fonte e nell’applicare diligentemente la tecnica si dissipa l’autentico significato del sacro impulso sorto interiormente, dimenticando che al di là di ogni azione risiede naturalmente l’impulso creativo.

In realtà ogni qualvolta sentiamo lo sforzo di dover “fare” per raggiungere un obiettivo, quando percepiamo la fatica e l’impegno o il contrasto, ci stiamo allontanando da noi stessi.

La mente tende infatti a complicare la vita, ma le sue leggi sono davvero semplici.

Le nostre emozioni sono le spie luminose che ci indicano costantemente se siamo riuniti o separati dalla Fonte. La sensazione di gioia, di benessere e di serenità sorgono spontaneamente quando i nostri pensieri vibrano in armonia con l’Essere spirituale che noi stessi siamo, mentre ogni forma di dolore e paura, così come ogni disarmonia e contrasto nascono dalla separazione.

Quando smettiamo di dipendere dagli avvenimenti esterni per essere felici, quando scegliamo consapevolmente dove dirigere e focalizzare i nostri pensieri, scopriamo che un grande potere creativo risiede naturalmente in noi. In verità sono i desideri che alimentiamo che, come timoni, dirigono gli eventi della nostra vita, e noi stessi, svelandone le leggi, possiamo divenirne i fautori.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

27 commenti su “Oltre ogni pratica regna il potere creativo”