Esperienze di vita

Nel corso della vita le esperienze, come morbidi granelli di sabbia o sassolini acuminati, ricoprono i nostri sentieri coinvolgendoci in vissuti più o meno intensi, talvolta piacevoli altre volte sgradevoli o dolorosi. Ogni esperienza che facciamo ci lascia un dono, se glielo permettiamo, accettandola. Non ha alcuna importanza in realtà ciò che accade in quel minuscolo tassello di un puzzel che è la nostra vita. Non importa se perdiamo qualcosa o qualcuno, se veniamo abbandonati e restiamo improvvisamente soli, se siamo accusati, aggrediti, importunati, sommersi dalle richieste esterne di ogni tipo e nemmeno se voliamo in alto, leggeri, travolti dal successo nell’ amore, nel lavoro, in società. La storia personale appartiene all’individuo ed è una crosta che prima o poi si distacca rilasciando una nuova facciata e, con la morte, si dissolve nella perfezione del nulla.

Ciò che è importante e significativa è l’esperienza in sé e ciò che lascia in noi, come ci trasforma accompagnandoci alla conoscenza di sé. In definitiva quello che conta realmente è come reagiamo e le scelte che compiamo di conseguenza. Il piano materiale è un tracciato per la nostra anima che ci riconduce alla completezza. Dopo il buio della notte e il gelido distacco dal Sé, la nostra parte animica può ritrovare il sentiero che la riporta a casa. Nel percorso ci si può divertire, si può gioire e il segreto perché ciò accada è mantenere la coscienza  distaccata dal mondo materiale, disidentificata dall’illusione di essere la personalità.

Il mondo terreno non deve necessariamente essere un luogo di sofferenza! Al contrario può essere considerato un parco giochi o un laboratorio di conoscenza e sperimentazione, se lo vogliamo. Ogni sofferenza nasce e indica l’attitudine all’attaccamento, a un risultato, a qualcuno o qualcosa e alla propria identità, senza essere consapevoli di infilarci dentro il ristretto spazio di un’armatura che risulta protettiva ma anche limitante. Vogliamo mantenere il controllo della situazione in ogni evento, temendo di perdere ciò che abbiamo ottenuto quando siamo baciati dalla fortuna e arrancandoci per sopravvivere nei momenti oscuri temendo di affondare sempre più aspettandoci il peggio che dovrà venire… La fiducia, la positività, l’ottimismo sono vibrazioni elevate che ci sintonizzano sulle alte frequenze di quest’immenso campo quantico e che, se abbiamo la forza interiore per non ricadere magnetizzati dalla pesantezza corrente, ci sostengono nel risalire sempre e ancora un po’ di più per divenire creatori delle nostre esperienze e della nostra intera esistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

289 commenti su “Esperienze di vita”