L’Amore

L’Amore è un volo ad ascendere. Mano a mano che ci abbandoniamo alla sua forza, diveniamo capaci di volare sempre più in alto, raggiungendo strati prima sconosciuti della nostra interiorità.

Ma abbiamo paura di allontanarci troppo dalla nostra identità, che con la sua limitatezza ci rassicura offrendoci un punto statico di riferimento e, piuttosto, scegliamo di precipitare. Se il desiderio d’immensità non è più grande della paura di volare e della fiducia nella nostra capacità di lasciarci andare, l’espansione del cuore diventa insopportabile!

Per proteggerci dall’Amore lo incorniciamo all’interno di un rapporto, ancorandolo con pesanti catene chiamate ruoli, legami, pretese, doveri, diritti, gelosia, per appesantirci fino a rinunciare, strisciando sul vecchio e noto terreno del nostro egoismo. Spesso ci rialziamo feriti, talvolta anche gravemente, da relazioni ormai consumate, ma nonostante tutto non desistiamo dal ripetere lo stesso volo fallimentare, uno dopo l’altro …

Periodicamente ricadiamo in circoli viziosi, obbligati dalle nostre anime contese tra lo spirito e l’ego, che come magneti sono attratte in volo per poi precipitare, con un’inversione di rotta improvvisa, negli abissi più profondi. Ogni volta la poesia della vita viene bruciata sul rogo dell’ego, ripiegato sempre in se stesso in una perenne auto-contemplazione. E nonostante tutto, dalle sue ceneri, l’Amore si rigenera costantemente in un moto eterno senza fine, perché in fondo l’Amore è tutto ciò che esiste!

Secoli, millenni di condizionamenti ci hanno allontanato dall’autentico significato dell’Amore. L’Amore viene distorto, sottomesso ai desideri sessuali, ai bisogni di sicurezza, di compagnia e di completamento oppure limitato ai legami terreni di sangue, alla discendenza …., mentre solo raramente perdiamo il nostro sguardo ammirato tra le tinte chiaro scure di un tramonto, nel movimento di un semplice filo d’erba accarezzato dalla brezza mattutina o davanti allo splendore di un raggio di luce che gioca tra le onde di un corso d’acqua. Tutto è degno del nostro Amore, come noi stessi lo siamo!

L’Amore porta sempre alla conoscenza e alla libertà, due doni che si alimentano reciprocamente tra le sfumature emotive della nostra anima.

A-more = A-mors vuol dire “assenza di morte”, “vita eterna”. Significa che quando accogliamo il sentimento dell’Amore fino ad incarnarlo completamente, diventiamo immortali!

Chi scopre l’Amore, quello vero, chi ama senza ego, senza contratti né profitti, si trasforma egli stesso in Amore ed è una trasformazione irreversibile!

La nostra essenza è Amore e lo abbiamo dimenticato allontanandoci dal nostro nucleo, per cercare al di fuori qualcuno che avrà il compito di completarci, di salvarci dal baratro dell’isolamento e della solitudine che noi stessi abbiamo creato.

Amare è vivere e in fondo chi non ha imparato ad amare non è ancora realmente nato!

Siamo profondamente convinti che l’Amore per esistere debba essere diretto verso qualcuno o qualcosa, che debba essere meritato, che abbia bisogno di un motivo per manifestarsi. Ma questo tipo di amore è solo una rappresentazione del nostro ego, un’immagine modificata su misura per noi per soddisfare le nostre necessità, è solo l’ombra di ciò che realmente l’Amore è.

Attraverso il possesso dell’altro garantiamo la sopravvivenza del nostro ego e ci manteniamo in un mondo di gratificanti e assurde illusioni. Con il bruciante desiderio di un’intimità, strappata, pretesa, gelida e distaccata o decorata con i ricami del romanticismo, tentiamo compulsivamente di seppellire la mancanza di significato della nostra vita che minaccia di inghiottirci come una voragine, costantemente. Con l’unione sessuale sigilliamo in verità il nostro voto alla morte. La morte della nostra anima affranta. Tutto questo non è Amore!

L’Amore, quello vero, illimitato e libero che si riversa abbondantemente dal cuore, non ha una direzione e si diffonde libero verso tutta la creazione! Puoi scoprirlo tu stesso attraversando consapevolmente le braci ardenti della passione, che ti divorano l’anima e uscendone intatto.

Puoi provare Amore quando ti liberi dalle pesanti catene che abbruttiscono il tuo essere, impedendo ai tuoi occhi di elevarsi verso la verità e la luce. Quando l’Amore comincia ad irradiarsi liberamente, dapprima dolcemente, timidamente, poi con maggiore vigore, prorompente dal tuo petto, senza essere trattenuto né ostacolato, senza dover cercare nessuno su cui riversarlo, allora riconosci cos’è l’Amore e trovi te stesso.

Come il sole dispensa la sua luce attorno a sé, anche l’Amore si irradia ovunque, su ogni essere o elemento della creazione, sollecitando il risveglio di ogni particella disseminata in questo e in altri universi paralleli, oltre ogni limite di tempo e spazio, perché l’Amore è tutto ciò che è e non conosce alcun ostacolo!

Accogliere l’Amore fino a identificarsi nell’Amore, è fondere la propria anima con il tutto e divenire Uno.

Quando scopri che Amore è tutto ciò che sei, null’altro ha più importanza! I vecchi desideri, le ambizioni ed ogni particolare della tua esistenza diventano irrilevanti. Sei giunto dove hai sempre desiderato: al centro del tuo Essere! Tu sei Amore, amare è vivere, si vive per amare.

Gli occhi, la pelle, ogni cellula del nostro corpo sono capaci di trasmettere Amore e il corpo eleva in quest’atto le sue vibrazioni fino a perdere i confini della propria fisicità e le discriminazioni crollano. E’ così che ogni forma di razzismo si dissipa nel nulla. Quando l’ego soccombe all’Amore, muta drasticamente la prospettiva con cui osservi tutto ciò che ti circonda. Se prima era la vita a servirti per appagare le tue illusioni, dopo il risveglio ti trasformi in un suo strumento per irradiare la sua forza vitale tutt’attorno a te.

Servire gli altri è servire la vita. La coscienza di essere Amore è contagiosa e si trasmette silenziosamente al collettivo, cancellando non solo le guerre, ma persino la morte dalle nostre vite.

Ami abbastanza la vita da celebrarla in ogni momento? Ogni mattino al risveglio puoi rivolgere un pensiero all’Amore e scegliere di viverlo pienamente in ogni sua manifestazione. Puoi accettare di lasciarti attraversare, senza paura né pretese, puoi renderti permeabile, scegliendo di non opporre alcuna resistenza al suo mostrarsi, anzi di amplificarla con la tua stessa volontà!

11 commenti su “L’Amore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *